7 Febbraio 2024
13:00

Bonus, ecco quali sono gli incentivi in scadenza a febbraio 2024

Ecco la lista dei bonus in scadenza a febbraio 2024, vediamo come accedere alle misure di agevolazione economica previste dallo Stato, entro quando fare domande e i rispettivi importi.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Lexplain
14 condivisioni
Bonus, ecco quali sono gli incentivi in scadenza a febbraio 2024
Dottoressa in Giurisprudenza
Bonus, ecco quali sono gli incentivi in scadenza a febbraio 2024

Il mese di febbraio è il giro di boa per molti bonus 2024 stanziati dal Governo e restano ancora pochi giorni alla fine del mese per poter fare richiesta.

Stiamo parlando di una serie di agevolazioni fiscali e misure di sostegno economico alle famiglie che sono in scadenza.

Ecco quali sono i bonus 2024 in scadenza a febbraio, cosa prevedono ed entro quanto è possibile fare domanda.

Vediamo adesso quali sono i bonus che stanno per terminare.

Tutti i bonus in scadenza a febbraio 2024

Se si intende accedere alle misure di agevolazione economica previste dallo Stato, occorre tenere a mente le loro scadenze.

Come è noto, infatti, i bonus non durano in eterno e nel mese di febbraio 2024 le famiglie italiane dovranno dire addio ad alcuni di questi.

Ecco una lista dei bonus in scadenza e come fare domanda.

Bonus, ecco quali sono gli incentivi in scadenza a febbraio 2024

Bonus pubblicità

Il Bonus Pubblicità è stato introdotto per la prima volta nel 2018, grazie all’articolo 57 bis, del Decreto Legge 50/2017 e ha lo scopo di incentivare gli investimenti compiuti sulla stampa quotidiana e periodica (compresi quelli online), ma anche emittenti televisive e radiofoniche locali.

Nel corso degli anni però il bonus pubblicità ha subito non poche modificazioni: durante il primo periodo, il bonus corrispondeva a circa il 75% della crescita del settore delle comunicazioni; successivamente, anche complice le difficoltà della pandemia da COVID-19, negli anni 2021-2022, il credito d’imposta ha subito una riduzione fino alla metà.

Grazie agli investimenti compiuti nel 2023, però, gli importi originali sono stati ripristinati e ad oggi si parla di un credito d’imposta al 75%.

La scadenza è fissata entro il 9 febbraio 2024: per richiedere il bonus è necessario collegarsi al sito ufficiale di Agenzie delle Entrate e presentare la dichiarazione sostitutiva, indicando gli investimenti compiuti fino allo scorso marzo 2023.

E’ bene ricordare che il bonus pubblicità sarà erogato soltanto se il credito d’imposta relativo agli investimenti 2023 siano ricompresi nella dichiarazione di spesa effettivamente sostenuta e che, quindi, deve rientrare tra quelle spese ammissibili.

Bonus, ecco quali sono gli incentivi in scadenza a febbraio 2024

Bonus gite scolastiche

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha recentemente annunciato con la nota del 20 dicembre 2023, n. 5419 l’avvio del bonus per le gite scolastiche dei figli e volta a sostenere la più ampia partecipazione ai viaggi di istruzione e visite didattiche durante l’anno scolastico.

Si tratta di una particolare forma di sostegno economico dedicata alle famiglie di studentesse e studenti con un ISEE inferiore ai 5000 euro, che verrà erogato sotto forma di agevolazione per la partecipazione degli studenti ai viaggi d’istruzione e alle visite didattiche.

La situazione economica e patrimoniale della famiglia viene verificata sulla base della DSU aggiornata all’annualità 2024 e, ove non ancora sottoscritta, sulla base della DSU avente validità al 31 dicembre 2023.

La richiesta per accedere al bonus gite scolastiche deve essere presentata sulla Piattaforma Unica del Ministero dell’istruzione e del Merito entro e non oltre il giorno 15 febbraio 2024.

Bonus, ecco quali sono gli incentivi in scadenza a febbraio 2024

Bonus acqua potabile

Il bonus acqua potabile è l'agevolazione fiscale dedicata ai cittadini che intendano dotarsi di depuratori.

La misura nasce con l’obiettivo di razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo della plastica.

L’agevolazione intende incentivare gli investimenti compiuti e compiuti per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica a casa, negli uffici e nei negozi commerciali.

Le domande per il bonus acqua possono essere presentate entro la fine del mese di febbraio 2024 e sono con riferimento alle spese sostenute entro il 31 gennaio 2023, corrispondendo un credito d’imposta del 50%.

La richiesta deve essere avanzata accedendo al sito dell’Agenzia dell’Entrate, ma è importante verificare di essere in possesso di tutti i requisiti necessari.

Bonus e agevolazioni 2024: cosa sapere

Gli incentivi economici messi a disposizione delle famiglie italiane da parte dei Governi, intendono rispondere all’esigenza di contrastare il caro-prezzi.

Solitamente si tratta di voucher economici, ma anche di detrazioni fiscali che consentono di scalare le spese effettuate per le necessità e la salute di tutti i giorni.

I richiedenti che intendono accedere ai bonus e alle agevolazioni vengono individuati in base al possesso di alcuni requisiti specifici, tra questi anche l’ISEE, ovvero la valutazione della situazione economica e patrimoniale delle famiglie.

Qui è possibile consultare una guida chiara e dettagliata degli importi ISEE 2024 da non superare per poter accedere ad agevolazioni e bonus durante l’anno.

Avatar utente
Virginia Sacco
Dottoressa in Giurisprudenza
Laureata in Giurisprudenza presso L'Università degli Studi di Napoli - Federico II, ho poi concluso la pratica forense in ambito penale. Seguendo le mie passioni mi sono specializzata in Intelligence istituzionale presso SIOI di Roma e in Diritto dell'Unione Europea presso il mio ateneo di origine. Nel corso della mia formazione ho partecipato a eventi, attività e progetti a livello europeo e internazionale, approfondendo i temi della cooperazione giudiziaria e del diritto penale internazionale. Su Lexplain scrivo di diritto con parole semplici e accessibili.
Sfondo autopromo
Segui Lexplain sui canali social