15 Agosto 2023
15:00

Art. 2805 c.c., Eccezioni opponibili dal debitore del credito dato in pegno

L’art. 2805 del Codice Civile, di cui alla Sezione III, Capo III, Titolo III, Libro VI, è intitolato alle “Eccezioni opponibili dal debitore del credito dato in pegno”.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Lexplain
Art. 2805 c.c., Eccezioni opponibili dal debitore del credito dato in pegno
Dottoressa in Giurisprudenza

Immagine

L’art. 2805 del Codice Civile, di cui alla Sezione III, Capo III, Titolo III, Libro VI, dispone che:

“Il debitore del credito dato in pegno può opporre al creditore pignoratizio le eccezioni che gli spetterebbero contro il proprio creditore.

Se il debitore medesimo ha accettato senza riserve la costituzione del pegno, non può opporre al creditore pignoratizio la compensazione verificatasi anteriormente”.

Il divieto di opporre al creditore pignoratizio le eccezioni che gli sono riconosciute contro il proprio creditore, mira ad evitare che la funzione di garanzia insita nel pegno possa essere elusa da un eventuale accordo o danno compiuto dal creditore e tra debitore e pegno.

Avatar utente
Virginia Sacco
Dottoressa in Giurisprudenza
Laureata in Giurisprudenza presso L'Università degli Studi di Napoli - Federico II, ho poi concluso la pratica forense in ambito penale. Seguendo le mie passioni mi sono specializzata in Intelligence istituzionale presso SIOI di Roma e in Diritto dell'Unione Europea presso il mio ateneo di origine. Nel corso della mia formazione ho partecipato a eventi, attività e progetti a livello europeo e internazionale, approfondendo i temi della cooperazione giudiziaria e del diritto penale internazionale. Su Lexplain scrivo di diritto con parole semplici e accessibili.
Sfondo autopromo
Segui Lexplain sui canali social